Liceo Classico

LICEO CLASSICO SPAGNOLI (quinquennale)

1. La durata
Il curricolo quinquennale, sviluppato in stretto riferimento alle Indicazioni Nazionali per il Liceo Linguistico e nel rispetto della flessibilita’ prevista dal DPR 275/99 art.4, realizza una proposta didattica, in cui le discipline dialogano tra di loro e si raggruppano per aree disciplinari.
2. Il profilo dello studente
Il Profilo dello studente in uscita rispetta quello fissato dalle Indicazioni Ministeriali.

3. I programmi disciplinari

I programmi delle singole discipline sono sviluppati in stretto riferimento alle Indicazioni ministeriali per il Liceo Classico. Realizzano una proposta didattica dove le discipline dialogano tra di loro e si condensano per aree disciplinari per cui ogni sapere risulta integrato e correlato con altri:

Area 1, artistico letteraria: italiano e storia dell’arte nel primo biennio; storia della letteratura, storia dei grandi eventi, arte, letterature comparate nel secondo biennio.

Area 2, lingua e letterature classiche: latino e greco primo e secondo biennio.

Area 3, lingua straniera: inglese.

Area 4, logico matematica scientifica: matematica, informatica e scienze nel primo biennio; matematica, studi di analisi e statistica, fisica e scienze nel secondo biennio.

Area 5, scienze sociali: religione, storia e geografia nel primo biennio, storia, filosofia e religione nel secondo.

Area 6, Scienze motorie ed esperienze documentate a portfolio di attivita’ relative ad ambiti sportivi, creativita’ ed espressione artistica.

4. Il potenziamento linguistico

Obiettivi nelle certificazioni sono, per l’inglese, il livello B2 al termine del primo biennio e il livello C1 nel secondo biennio.

5. L’organizzazione didattica

a) chiara connotazione linguistica: potenziamento lingua inglese con l’integrazione di conversazione con docente madrelingua e con lo svolgimento gia’ dal secondo anno di una disciplina in lingua (CLIL) e due nel secondo biennio;

b) equilibrio degli altri assi culturali a garanzia della licealita’ del curricolo;

c) didattica innovativa, orientata alle fonti primarie del sapere e coerente con l’impostazione metodologica delle diverse discipline che permetta un maggior protagonismo dello studente, realizzata anche attraverso le potenzialita’ offerte da supporti di rete e dallo sviluppo di una didattica multimediale;

d) didattica laboratoriale sin dal primo anno che oltre al contesto d’aula si avvantaggera’ dell’utilizzo di luoghi di formazione, centri di studio, laboratori di istituzioni esterne (Universita’, Centri di ricerca, Aziende) che, attraverso appositi accordi di partnership, potranno ospitare gli studenti e mettere a disposizione alcuni tra i propri docenti, in un’ottica di co-costruzione del percorso formativo;

e) modalita’ di verifica e valutative che enfatizzano nel processo dell’apprendere il momento costruttivo e collaborativo tra compagni e allo stesso tempo favoriscono il confronto personale tra studenti e docenti;

f) costruzione progressiva di un portfolio personale, di cui ogni studente sara’ responsabile.

6. Esperienze

Sulla base di una progettualita’ stabilita e dichiarata per tutto il ciclo di studi e’ richiesto un significativo percorso di esperienze internazionali in Italia e all’estero: uscite didattiche, visite ad Istituzioni Internazionali, scambio con scuole di altri paesi, soggiorni studio all’estero, stage presso imprese nazionali e internazionali.

7. Piano di studi

Si veda il POF dell’Istituto.

8. Esame di stato

Il percorso di studi si conclude con l’Esame di Stato coerente con il proprio indirizzo, secondo modalita’ definite per legge.

9. Proposte extracurricolari

Sono proposte libere attivita’ coordinate al percorso di studio e riconosciute ai fini del credito formativo: attivita’ sportive, di volontariato; e’ presente nella scuola un tutoraggio inteso come servizio di assistenza allo studio.