Secondaria II

DOTE SCUOLA 2014-2015

Pubblicato il

Dote Scuola della Regione Lombardia per l’A.S. 2014/2015

La Regione Lombardia ha istituito anche per l’a.s. 2014/2015 la Dote Scuola. Rispetto agli anni scorsi ci sono sostanziali novità. Queste le componenti che possono riguardare le Scuole Paritarie:

1) Buono scuola, a beneficio degli studenti frequentanti le scuole primarie e secondarie di I e II grado (paritarie);

2) Contributo per l’acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche, a beneficio degli studenti delle scuole secondarie di I grado e delle sole classi 1° e 2° delle scuole secondarie di II grado (statali e paritarie).

Per informazioni più dettagliate si rimanda al sito della Regione Lombardia (qui)

 

1) Buono scuola

Requisiti di reddito: a differenza degli scorsi, sarà necessario specificare all’interno della domanda il valore ISEE riferito al nucleo familiare. L’ISEE dovrà essere calcolato ufficialmente da uno dei soggetti abilitati secondo la vigente normativa (INPS, Comune di residenza, CAF).

Il valore del buono è determinato in relazione alla fascia ISEE e all’ordine e grado di scuola frequentata, secondo la seguente tabella:

ISEE                                    Primaria                Secondaria di I grado                       Secondaria di II grado
0 – 8.000                            550 1.600 2.000
8.001 – 16.000 450 1.300 1.600
16.001 – 28.000 350 1.100 1.400
28.001 – 38.000 200 1.000 1.200

All’interno del sito internet dell’INPS è presente un simulatore di calcolo, che può essere utilizzato al fine di orientarsi preventivamente circa il valore del proprio ISEE familiare.

La Regione ha precisato che si intende pienamente valida una certificazione ISEE di cui il richiedente la Dote sia già in possesso, purchè non scaduta.

 

2) Contributo per l’acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche

In questo caso il valore ISEE non potrà essere superiore a 15.458, per importi da un minimo di 90 a un massimo di 240 euro.

Tali importi vengono erogati sotto forma di un pacchetto di voucher (buoni cartacei o elettronici) intestato al beneficiario spendibili presso una rete distributiva di beni (libri di testo e dotazioni tecnologiche) individuata dall’Ente gestore del servizio selezionato con gara ad evidenza pubblica, il cui elenco è pubblicato sul sito di Regione Lombardia. Si precisa che i voucher devono essere utilizzati entro la scadenza inderogabile del 30/06/2015.

 

La compilazione

Le domande devono essere presentate dalle ore 12:00 del 20 marzo alle ore 12:00 del 22 maggio 2014

La modulistica da utilizzare è reperibile on-line all’indirizzo http://www.scuola.dote.regione.lombardia.it unitamente alla Guida per la compilazione on-line.
Prima di procedere alla compilazione della domanda è necessario registrarsi per ricevere, tramite mail, le credenziali di accesso.
Qualora il cittadino fosse già registrato può utilizzare le credenziali in suo possesso, ricordando l’ultima password utilizzata; in tal caso compariranno i propri dati della domanda dell’anno precedente che dovranno essere opportunamente aggiornati.
Una volta effettuata la registrazione e ricevute le credenziali via e-mail, è possibile accedere al sistema e compilare la domanda seguendo le istruzioni contenute nella “Guida per la compilazione on line”.
Dopo avere concluso la fase di compilazione e aver confermato i dati inseriti, occorre stampare o salvare la “Dichiarazione Riassuntiva”

Dopo la compilazione

Al termine della procedura informatica di compilazione il dichiarante deve sottoscrivere e protocollare il modulo di “Dichiarazione Riassuntiva”. La sottoscrizione può avvenire in due modi:

1) con firma digitale, per coloro che sono in possesso della CRS, del PIN e del lettore;

2) con firma autografa. In tal caso, bisogna provvedere alla stampa della “Dichiarazione Riassuntiva”, che dovrà essere depositata presso la segreteria della scuola, unitamente a copia non autenticata di un documento d’identità. La scuola provvederà successivamente al protocollo della domanda, consegnando apposita ricevuta agli interessati. La protocollazione è indispensabile per l’ammissibilità della domanda.