Liceo QuadriennaleSenza categoria

LICEO LINGUISTICO QUADRIENNALE

UN PERCORSO LICEALE INNOVATIVO

La sperimentazione di un liceo linguistico quadriennale è motivata dall’esigenza di presentare sul territorio mantovano un’offerta formativa che salvaguardi l’impianto didattico dei licei, secondo le linee del recente riordino, ma che nel contempo potenzi lo studio delle lingue comunitarie dando un respiro internazionale ai curricoli. La richiesta risponde ai bisogni formativi dei giovani, all’esigenza di una scuola, magari più impegnativa, ma che potenzi l’apprendimento delle lingue straniere e che consenta di adeguare i tempi dei curricoli ai tempi dell’Europa. Trattasi della progettazione di un’offerta formativa superiore eccellente, con l’obiettivo di elevare le potenzialità delle risorse umane e culturali presenti nel territorio mantovano e di attrarne di ulteriori.


OBIETTIVI

  • Avvicinare il curricolo italiano a quello europeo;

  • portare alla luce le potenzialità della tradizione liceale, struttura portante dell’intera progettazione;

  • ampliare gli orizzonti della mission formativa in ambito anche internazionale effettuando scambi culturali, ospitando alunni stranieri, stipulando protocolli operativi con Istituti scolastici similari qualificati ed Enti culturali del nostro e/o di altri Paesi in un’ottica di reciproca collaborazione e impegno;

  • sviluppare esperienze di apprendimento particolarmente attente alla pluralità delle metodologie didattiche;

  • creare forte sinergia con il tessuto imprenditoriale e culturale attivo sul territorio;

  • formare elevate competenze disciplinari e trasversali.


DESTINATARI

Il progetto di sperimentazione si rivolgerà a studenti che, con la disponibilità collaborativa dei genitori, partecipano al progetto da attori responsabili.

A tale scopo s’intende destinare il corso liceale che si qualifica d’eccellenza agli alunni in uscita dalla scuola secondaria di primo grado disposti a sostenere un test volto ad accertare le competenze linguistiche (inglese) conformi al livello B1 del quadro europeo di riferimento. Coloro che non dovessero raggiungere questo livello dovranno seguire un corso estivo di allineamento gestito dall’Istituto stesso.

Il Profilo dello studente in uscita rispetta quello fissato dalle Linee guida attuali.


ESAME DI STATO

Il percorso di studi si conclude con l’Esame di Stato coerente con il proprio indirizzo, secondo la normativa vigente.


IL POTENZIAMENTO LINGUISTICO

Obiettivo prioritario è dato dal conseguimento delle certificazioni linguistiche per cui si prevede che alla fine del primo biennio si raggiungano i seguenti livelli:

  • inglese: B2 certificazione Cambridge;

  • spagnolo: B1 certificazione Cervantes;

  • tedesco: B1 certificazione Goethe.

Alla fine del secondo biennio:

  • inglese: C1 certificazione Cambridge;

  • spagnolo: B2 certificazione Cervantes;

  • tedesco: B2 certificazione Goethe.


L’ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

a)  Chiara connotazione linguistica che si traduce in una netta prevalenza dell’area delle lingue grazie allo studio di tre lingue straniere potenziate dalle ore di conversazione con docenti madrelingua. Si arricchisce l’insegnamento delle lingue straniere con lo svolgimento già dal secondo anno di una area disciplinare in lingua (CLIL) e due dal terzo anno.

b) Equilibrio degli altri assi culturali a garanzia del curricolo liceale.

c) Didattica innovativa orientata alle fonti primarie del sapere e coerente con l’impostazione    metodologica delle diverse discipline che permetta un maggior protagonismo dello studente,  realizzata anche attraverso le potenzialità offerte da supporti di rete e dallo sviluppo di una didattica multimediale. Ogni aula è attrezzata con collegamento Hi Fi, computer, LIM, Tablet per alunni e docenti. Inoltre per predisporre ambienti più idonei allo svolgimento delle diverse discipline l’aula di classe è stata sostituita dall’aula docente. Per i libri di testo ci si avvale di adozioni in versione cartacea scaricabile on line. Per sopperire all’inevitabile sfasamento dei programmi rispetto all’offerta attuale dei manuali scolastici, strutturati su una scansione quinquennale, gli insegnanti s’impegnano a completare con materiale autoprodotto i contenuti necessari ad integrare i testi.

d) Didattica laboratoriale che sin dal primo anno oltre al contesto d’aula si avvantaggerà dell’utilizzo di luoghi di formazione, centri di studio, laboratori di istituzioni esterne (Università, Centri di ricerca, Aziende, Musei) che, attraverso appositi accordi di partnership, potranno ospitare gli studenti e mettere a disposizione alcuni tra i propri docenti, in un’ottica di co-costruzione del percorso formativo.


METODOLOGIE DIDATTICHE

Il corpo docente del nostro Liceo è costituito da insegnanti che in gran numero hanno scelto di prestare la loro attività presso il nostro Istituto rinunciando al ruolo presso la scuola statale, a garanzia della continuità didattica, e che hanno maturato una lunga esperienza lavorativa, dimostrandosi motivati e aggiornati sulle nuove tecniche didattiche. Questo connubio è l’elemento essenziale che permette di combinare la tradizione con le metodologie innovative e le sperimentazioni, a cui si è particolarmente sensibili, e che porta ad essere propensi a partecipare ad attività formative e a monitoraggi qualitativi regionali e nazionali.

Viene, inoltre, incoraggiato l’apprendimento collaborativo perché imparare non è un processo solo individuale e la dimensione sociale dell’apprendimento svolge un ruolo significativo. In tal senso molte sono le forme di interazione e collaborazione possibili e a questo scopo risulta molto efficace l’uso delle nuove tecnologie che permettono agli alunni di operare insieme per costruire nuove conoscenze. Infine, si favoriscono l’esplorazione e la scoperta per promuovere il gusto della ricerca di nuove conoscenze, magari utilizzando la modalità didattica del problem solving che sollecita gli alunni ad individuare problemi, a mettere in discussione le proprie certezze e ricercare sempre nuove piste d’indagine e magari soluzioni originali.


ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Dal secondo anno di studi, nel rispetto del monte ore previsto dalla normativa vigente, con esperienze lavorative all’estero a partire dal terzo anno da svolgere durante le vacanze scolastiche. Oltre che del contesto d’aula, i ragazzi si avvantaggeranno dell’utilizzo di luoghi di formazione, di centri di studio, di laboratori di istituzioni esterne e di aziende.

La selezione delle aziende con cui stipulare convenzioni atte a regolarizzare il periodo di alternanza si basa sulla conoscenza diretta delle imprese del territorio ed è supportata dalla consultazione del Registro Nazionale dell’Alternanza.


ESPERIENZE ALL’ESTERO

Uscite didattiche, visite ad Istituzioni Internazionali, scambio con scuole di altri paesi, soggiorni studio all’estero, stage presso imprese nazionali e internazionali.


ORARIO SCOLASTICO

Sono garantiti agli studenti 4760 moduli orari di lezione, ripartiti nei quattro anni, a cui si aggiungono 200 ore complessive di Alternanza Scuola – Lavoro e un minimo di 320 ore di stage linguistico all’estero. Inoltre per compensare ulteriormente la riduzione di una annualità si prevede di anticipare di una settimana l’inizio dell’anno scolastico, di rinunciare alle vacanze di Carnevale e di posticipare di una settimana il termine delle lezioni.

La scansione oraria prevede lezioni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.50 alle ore 13.05/14.00.


I TEMPI DELLA DIDATTICA

PRIMO ANNO

AREE DISCIPLINARI DISCIPLINE ORE SETTIMANALI NOTE
AREA 1: LINGUA MADRE ITALIANO

LATINO

4

2

AREA 2: LINGUE STRANIERE INGLESE

LINGUA 2: SPAGNOLO

LINGUA 3: TEDESCO

6

5

4

DOCENTI MADRELINGUA
AREA 3: LOGICO-MATEMATICA MATEMATICA E INFORMATICA 3
AREA 4: SCIENTIFICA SCIENZE 2
AREA 5: SCIENZE SOCIALI RELIGIONE

GEOSTORIA

DIRITTO ED ECONOMIA

1

3

2

AREA 6: SCIENZE MOTORIE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1
TOTALE: 33

SECONDO ANNO

AREE DISCIPLINARI DISCIPLINE ORE SETTIMANALI NOTE
AREA 1: LINGUA MADRE ITALIANO

LATINO

4

2

AREA 2: LINGUE STRANIERE INGLESE

LINGUA 2: SPAGNOLO

LINGUA 3: TEDESCO

6

5

4

DOCENTI MADRELINGUA
AREA 3: LOGICO-MATEMATICA MATEMATICA E INFORMATICA 3
AREA 4: SCIENTIFICA SCIENZE 2
AREA 5: SCIENZE SOCIALI RELIGIONE

GEOSTORIA

STORIA DEL PENSIERO OCC.

DIRITTO ED ECONOMIA

1

2

1

2

 

CLIL

AREA 5: SCIENZE MOTORIE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1
TOTALE: 33

TERZO ANNO

AREE DISCIPLINARI DISCIPLINE ORE SETTIMANALI NOTE
AREA 1: ARTISTICO-LETTERARIA ITALIANO

STORIA DELL’ARTE

4

2

 

CLIL

AREA 2: LINGUE STRANIERE INGLESE

LINGUA 2: SPAGNOLO

LINGUA 3: TEDESCO

5

5

4

DOCENTI MADRELINGUA
AREA 3: LOGICO-MATEMATICA MATEMATICA 2
AREA 4: SCIENTIFICA SCIENZE

FISICA

2

2

CLIL

 

AREA 5: SCIENZE SOCIALI RELIGIONE

STORIA

FILOSOFIA

DIRITTO INTERNAZIONALE

1

2

2

1

CLIL

CLIL

AREA 6: SCIENZE MOTORIE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1
TOTALE: 33

QUARTO ANNO

AREE DISCIPLINARI DISCIPLINE ORE SETTIMANALI NOTE
AREA 1: ARTISTICO-LETTERARIA ITALIANO

STORIA DELL’ARTE

4

2

 

CLIL

AREA 2: LINGUE STRANIERE INGLESE

LINGUA 2: SPAGNOLO

LINGUA 3: TEDESCO

5

5

4

DOCENTI MADRELINGUA
AREA 3: LOGICO-MATEMATICA MATEMATICA 2
AREA 4: SCIENTIFICA SCIENZE

FISICA

2

2

CLIL

 

AREA 5: SCIENZE SOCIALI RELIGIONE

STORIA

FILOSOFIA

MARKETING

1

2

2

1

CLIL

CLIL

AREA 6: SCIENZE MOTORIE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1
TOTALE: 33